LudoCity. Designing a site specific game

Mentor:
Riccardo Fassone and Juan Sandoval (el puente_lab)
Guest:
Gabriele Ferri
When:
15 May / 19 May, 2017
Where:
Cittadellarte, Biella
Language:
Italian
TOPICS/TAGS: Game design, giochi, teoria del gioco, progettazione di giochi urbani site-specific, riqualificazione urbana, azioni partecipative, mediazione, comunità locali.
Module outline

Il modulo si propone di esaminare il gioco come dispositivo partecipativo, temporaneo e mobile, attraverso il quale l'artista stabilisce forme di interazione con le comunità aprendo a nuovi, possibili, significati e usi dello spazio pubblico. Nel corso della settimana si offriranno ai partecipanti gli strumenti, le conoscenze e i metodi per progettare un “gioco site-specific”.

Il workshop prevederà un’introduzione alle teorie critiche più rilevanti e alla storia dei giochi e del giocare, e un’analisi delle diverse modalità di game design approfondendo temi come la progettazione di urban games e di pervasive games, al fine di produrre un gioco analogico da realizzare in un luogo specifico della città di Biella, ovvero nel quartiere Riva.

In particolare, si prenderà come caso di studio il gioco “(d)estructura”, un gioco da tavolo creato dal collettivo el puente_lab e dall'artista Mariangela Aponte, come strumento per l'osservazione, la raccolta dati e l’analisi dei rapporti tra gli individui che compongono una comunità e il proprio territorio. I partecipanti verranno invitati a “giocare” sperimentandone direttamente i meccanismi di funzionamento e rispondendo ad alcune delle principali questioni in essi affrontate.

Sarà realizzata un'esplorazione del quartiere Riva a Biella con la collaborazione di alcuni membri dell’associazione “Better Places”, con l'obiettivo di progettare dei giochi concepiti come "strumenti" all'interno di un processo volto alla trasformazione del luogo. La decisione di lavorare nel quartiere Riva deriva dal fatto che recentemente l’area è stata oggetto di studio per interventi di trasformazione urbana e, ancora oggi, sono in corso processi di riqualificazione che lo vedono come territorio di latente conflittualità.

L’ospite invitato è Gabriele Ferri, esperto di progettazione del gioco e ricercatore di design, che ha lavorato ampiamente nel campo della progettazione di giochi urbani e “site-specific”. La sua esperienza aiuterà i partecipanti a perfezionare il lavoro di progettazione collettiva e a valutare i punti di forza e di debolezza dei progetti di gioco finali.


SCHEDULE

May 15th
morning
Visita guidata a Cittadellarte (a cura di Elena Rosina), alle collezioni di Michelangelo Pistoletto, dell'Arte Povera e alle mostre temporanee.
Introduzione al teorema della Trinamica, al simbolo del Terzo Paradiso e al concetto di demopraxia.
afternoon
Introduzione al modulo: presentazione di Riccardo Fassone e Juan Sandoval (el puente_lab).
Conferenza di Riccardo Fassone: “Giochi non seri. Come creare giochi a cui le persone possono giocare seriamente”.
evening
Sessione di gioco: “Two Rooms and a Boom”.

May 16th
morning
Presentazione del progetto “(d)estructura” e sessione collettiva di gioco.
Discussione collettiva.
afternoon
Visita guidata e presentazione del quartiere Riva, accompagnati dai membri dell’associazione “Better Places”.
evening
Sessione di gioco: “MultipliCITY”.

May 17th
morning
Conferenza di Gabriele Ferri.
Discussione collettiva.
afternoon
Brainstorming su giochi per il quartiere Riva.
evening
Sessione di gioco: “Settlers of Catan”.

May 18th
morning
Sviluppo dei giochi per il quartiere Riva. Sessione di lavoro.
afternoon
Sessione di lavoro.
evening
Sessione di gioco: “Ta-pum”.

May 19th
morning
Preparazione per la presentazione pubblica.
afternoon
Presentazione pubblica dei progetti di gioco per Riva.
evening
Sessione di gioco: “Migration Moves”.
Party.


REFERENCES 

I mentori forniranno ai partecipanti delle letture e testi di riferimento, alcuni dei quali verranno discussi durante la settimana del modulo.

• Alfrink, K., “The Gameful City”, in Walz, S., Deterding, S. (eds.), The Gameful World, MIT Press, 2015.

• Farman, J., The Mobile Story. Narrative Practices with Locative Technologies, Routledge, 2014.

• Stenros, J., Montola M., Waern, A., Pervasive Games. Theory and Design, CRC Press, 2009.

Mentor

BIOGRAFIE

 

Riccardo Fassone è ricercatore all'Università di Torino. Attualmente lavora sulla storia dell’industria italiana di video games. Ha pubblicato diversi articoli e testi sulla storia e sulla teoria dei video games e dei media digitali. È autore di due libri: Every Game is an Island (Bloomsbury, 2017) e Cinema e videogiochi (Carocci, 2017). È designer di giochi con il collettivo “Dotventi” (dotventi.it). Ha progettato e prodotto diversi giochi urbani site-specific e un numero maggiore di tentativi falliti. Sta lavorando a due video games e a un gioco da tavola sulla nascita dello stato di Israele. Nel tempo libero è un musicista, cinefilo e appassionato di musica Black Metal norvegese.
 

Juan Sandoval è artista e direttore dell’Ufficio Arte di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto. Ha esposto a livello internazionale a partire dal 1994. È co-fondatore del collettivo el puente_lab con sede a Medellín, piattaforma per la produzione artistica e culturale che usa l'arte contemporanea come strumento per la trasformazione sociale. Dal 2002 è direttore dell’Ufficio Arte di Cittadellarte, ha coordinato 17 edizioni della rassegna espositiva annuale “Arte al Centro” e numerose mostre realizzate in collaborazione con altre istituzioni, tra le quali il MuKHA di Anversa, l’isola di San Servolo per la 50ma Biennale di Venezia, la Galleria Civica di Modena, il MAXXI di Roma etc. 

el puente_lab [laboratorio di attivazione culturale] è una piattaforma per la produzione artistica e culturale, attiva a Medellín in Colombia, con l’obiettivo di sviluppare progetti culturali a livello locale e di costruire ponti di comunicazione con artisti ed esperti attraverso strategie di cooperazione internazionale. I progetti del collettivo el puente_lab incontrano le necessità del contesto sociale in cui sono sviluppati usando la creatività artistica come strumento di attivazione di processi culturali che iniziano, facilitano e/o accompagnano processi di educazione, comunicazione e trasformazione sociale e urbana.

GUEST

Gabriele Ferri è ricercatore in Design presso l’Università di Scienze Applicate ad Amsterdam. Ama i giochi, specialmente quelli che connettono i cittadini ai luoghi reali attraverso le tecnologie pervasive. È ispirato da temi come Humanistic HCI, Interaction Criticism, Etnografia, Critical Design e Semiotica narrativa. Ha lavorato presso l’Indiana University (USA), le Università di Bologna, Modena e Reggio Emilia. Fa parte del comitato organizzatore della conferenza “CHI Play 2017” e del comitato direttivo dell'ICIDS-the International Conference on Interactive Digital Storytelling. Ha co-curato il numero della rivista G|A|M|E 5(1), “Games on Games. Game design as critical reflexive practice” e il volume Interactive Digital Narrative: History, Theory and Practice. Con la sua ricerca e pratica crea narrazioni geolocalizzate, interazioni ludiche e "giochi per le città". Si interessa anche di design futuring, speculative design and critical design



The residency fee includes accomodation, half-board and Arci's Annual Pass Membership.

Participation fee
580.00 €