Let Eat Bi

 

Let Eat Bi
il Terzo Paradiso in terra biellese

Let Eat Bi
è un progetto avviato insieme ad una fitta rete di partner tra associazioni, cooperative, imprese sociali e comunità territoriali, che coniuga coltura, cultura e convivialità, con particolare attenzione all’inclusione sociale e sulla base di un forte legame con il territorio.Let Eat Bi ha come progetto principale Terre AbbanDonate, una piattaforma web (www.terreabbandonate.com) che ha l’obiettivo di favorire l’incontro tra I soggetti proprietari di terreni di cui non vogliono o non possono più prendersi cura e quei cittadini che vorrebbero coltivare un terreno, ma non lo hanno a disposizione

Il sito consente di incrociare la domanda (attraverso l’iscrizione all’Anagrafe Solidale) con l’offerta (attraverso l’iscrizione al Catasto Solidale), proponendosi come valido strumento per stimolare la nascita di buone pratiche territoriali.
Terre AbbanDonate ha ricevuto il sostegno di Lauretana S.p.A.
Let Eat Bi dal 2015 propone un mercatino settimanale (info: leteatbi@cittadellarte.it) con frutta e verdura di stagione, locale e naturale, con la presenza di Aziende Agricole Partner di Let Eat Bi con prodotti locali trasformati.
Let Eat Bi organizza inoltre un programma annuale di percorsi dell’Accademia Verde per incentivare la tradizione enogastronomica locale e la condivisione dei saperi.
Un’altra iniziativa è “Let Eat Grow”, progetto di Welfare generativo sostenuto dalla Fondazione CRB e Banca Simetica. “Let Eat Grow” mette a sistema alcune realtà attive sul territorio in ambito sociale per creare una filiera agroalimentare: dalla coltivazione dei prodotti agricoli fino alla vendita di trasformati alimentari. L’obiettivo è creare un prodotto, sano e locale, con una storia sociale, coinvolgendo soggetti in situazione di fragilità sociale, psicologica ed economica. Al centro sono poste le capacità di queste persone, stimolate a diventare esse stesse generatrici di buone pratiche di innovazione sociale.


Let Eat Bi è la messa in opera del simbolo del Terzo Paradiso in terra biellese. 
Nasce dalla necessità di realizzare, partendo dall’arte, progetti reali per un cambiamento responsabile. Let Eat Bi si inserisce nel progetto di rinnovamento proposto da Rebirth-day. Il 2013 è il primo anno della rinascita, celebrato da Pistoletto al Louvre di Parigi.
Integrato geograficamente, socialmente ed economicamente nello spazio fisico biellese, il simbolo pone le sue radici affermandosi come presenza attiva: un’arte che dialoga e coopera con quanti intendono farsi protagonisti di una fase di cambiamento e trasformazione della società e del paesaggio sociale e culturale, creando scenari di futuro e di speranza per un nuovo rinascimento.
Con il progetto Let Eat Bi, Cittadellarte rafforza la sua funzione di centro aggregatore e generatore di pratiche creative e aperte di sostenibilità e di impegno sociale focalizzato sull’economia solidale della terra intesa come bene comune.

 

Obiettivi del progetto 

Let Eat Bi, attraverso la partnership con associazioni, cooperative, imprese sociali e comunità territoriali, aggrega, promuove e contribuisce a organizzare le risorse e le attività (saperi, azioni, progettualità) operanti sul territorio biellese il cui denominatore comune è la cura della terra, del paesaggio sociale e naturale. Risorse che danno frutti concreti, che producono cultura, convivialità e sviluppo economico sostenibile, favorendo l’inclusione sociale.
Il progetto attiva il potenziale produttivo ed aggregativo costituito dalla TERRA come bene comune: territorio coltivato e in disuso o dimenticato, come orti, frutteti, boschi, campi sociali, solidali, urbani, collettivi, di comunità, fino ai terreni degli orticoltori amatori.
Si tratta di un ecosistema di rilevante estensione che, stagionalmente e naturalmente a chilometro zero, può generare un’offerta di prodotto significativa, patrimonio da recuperare alla comunità con buone pratiche e i cui proventi vengono impegnati nell’economia del bene comune. Una rete peer to peer che mette in connessione un numero crescente di soggetti attivi nello spazio dell’economia sociale e solidale che, da marginale può assumere importanza primaria per fasce rilevanti della popolazione.

 

Le colonne portanti del progetto sono:

  • Coltura:
    • formazione del “Catasto solidale” costituito dai terreni incolti e non la cui produzione è conferita al progetto.
    • creazione di una piattaforma on line degli orticoltori/produttori amatori aderenti.
    • creazione del brand Let Eat Bi attribuito ai prodotti del progetto (prodotti agricoli e trasformati).
    • attivazione a Cittadellarte di luoghi di scambio, baratto, mercato, centri per la trasformazione e la distribuzione.
  • Convivialità:
    • attivazione di luoghi di aggregazione (in primis la sede di Cittadellarte) intorno al cibo: ristorante, spazio eventi, caffè, con menù gastronomici e culturali fusion e glocal.
  • Cultura:
    • fondazione dell’Accademia verde a Cittadellarte per l’attivazione di un programmi di ricerca, formativi teorico-pratici, per lo scambio e la produzione di saperi legati ai frutti della TERRA e il dialogo e l’interazione tra tutte le discipline che concorrono ad un nuovo umanesimo.

I partner di Cittadellarte per la realizzazione di Let Eat Bi intendono ripartire dal potenziale produttivo ed aggregativo costituito dalla TERRA come bene comune: territorio coltivato e in disuso o dimenticato, come orti, frutteti, boschi, campi sociali, solidali, urbani, collettivi, di comunità, fino ai terreni degli orticoltori amatori. Da tale ecosistema può generarsi un’offerta di prodotto significativa, che diventi allo stesso tempo concreta occasione di lavoro e strumento educativo per lo sviluppo sostenibile, di nuovi stili di vita e di buone pratiche atte alla cura e al miglioramento dell’ambiente naturale e sociale generale.

ASSOCIAZIONE Let Eat Bi, il Terzo Paradiso in Terra Biellese
sede: Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, via Serralunga 27, Biella
CONTATTI: leteatbi@cittadellarte.it   |   015.28400

MERCATINO LET EAT BI ogni mercoledì dalle 10:30 alle 13:30 nella Casa di Paglia, presso il parcheggio interno di Cittadellarte, compresi tutti i mercoledì di agosto!

LET EAT BI è un progetto dell’Ufficio Nutrimento di Cittadellarte-Fondazione Pistoletto
Ufficio Nutrimento a cura di Armona Pistoletto

 

SOCI E ORGANIGRAMMA

Direttivo:
Armona Pistoletto – Presidente; Roberta Geria – Vice Presidente; Paolo Naldini – Consigliere; Enrico Rey – Consigliere Coordinatore; Simone Mainardi – Consigliere Segretario Tesoriere; Alice Bordignon – Agronoma; Francesco Garzetti – Referente GASB; Gemma Curia – Produttore partner; Luigi Spina – Consigliere (non più attivo nel direttivo da marzo 2016)

Collaboratori:
Francesca Favaro – stage post Laurea e Master dal 14.02.2017 al 14.06.2017 – Dal 2018 collabora a Terre AbbanDonate e Let Eat Grow
Lorenzo Giunta – Tirocinio formativo da settembre 2015 a marzo 2016 grazie a Cooperativa Mestieri

Soci Partner:
Azienda Agricola Manenti; Azienda Agricola VegaGè; EnoGood; Associazione Ti Aiuto Io; Associazione Pace Futuro; Green Italy; I Segreti delle Erbe; Azienda Agricola L’Orto d’Asporto; Castello di Montecavallo; Azienda Agricola Frutteto di Bersej; Cascina La Noce; Verdi Radici; Cascina Torrine; Azienda Agricola Enrico Covolo; Azienda Agricola Riunci In sù; Azienda Agricola Manuela Zegna; Azienda Agricola Andrea Manfrinati; Azienda Agricola Cà nel Bosco; Gastronomia Mosca.

Soci Ordinari:
Monica Rey; Gianni Moggio per I Am Agricolo; Cooperativa Anteo; Bi Good; Associazione CRESCO; Orso Blu; Domus Laetitiae; Arnaldo Cartotto per Club Papillon Biella; Piera Valeggia per Garden Club Biella; Simone Mainardi; Roberta Geria; Gemma Curia; Francesco Garzetto per GASB; Armona Pistoletto per Cittadellarte; Enrico Rey; Paolo Naldini.

Soci Sostenitori:
Garden Club di Biella, con il contributo di 100€ nel 2017

Fondatori:
Fioretta Clerico Bruttero; Simone Mainardi; Enrico Rey; Luigi Spina; Alfredo Sunder; Associazione Pacefuturo – Andrea Trivero; A.S.D. Polisportiva Handicap Biellese Onlus – Fioretta Clerico Bruttero; Caritas – Stefano Zucchi; Consorzio sociale Il Filo da Tessere Società Cooperativa sociale – Enrico Pesce; Cooperativa Tantintenti sociale Cooperativa sociale Onlus – Roberta Bacchi; Domus Laetitiae Società Cooperativa sociale di solidarietà Onlus – Federica Collinetti; Fondazione Pistoletto ONLUS; Fooditaly S.r.l. – Roberto Giacchetti; Gasb! Gruppo di acquisto solidale Biella Aps – Adriano Giacomin; Il Cammino Società Cooperativa sociale Onlus – Luca Sciarretta; Società Cooperativa sociale La coccinella Onlus – Daniela Destro; Zero Gravità – Villa Cernigliaro per Arti e Culture – Carlotta Cernigliaro.

PROCEDURE D’ISCRIZIONE

Per iscriversi come soci ordinari e sostenitori scarica il MODULO D’ADESIONE 2018 e il REGOLAMENTO, compila e firma l’iscrizione e inviala a leteatbi@cittadellarte.it allegando la ricevuta del versamento della quota associativa.
IBAN IT70F0326822310053188548920   |   Causale: iscrizione Associazione Let Eat Bi anno ****
Per iscriversi come soci partner bisognerà inviare insieme al modulo compilato una richiesta scritta a leteatbi@cittadellarte.it, la domanda d’iscrizione sarà sottoposta ad una valutazione del direttivo e la quota associativa sarà da corrispondere solo in seguito all’approvazione della domanda stessa.

LET EAT BI INFORMA
ACCADEMIA VERDE Let Eat Bi
…………………………………………………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………..

News

Tutte le news